HOME Mobile Chi siamo Dove siamo Obiettivo Famiglia SOMMARIO

 

        Cappellina il Chiostro Rosario on line Bacheca Cerca nel sito

 

 

Famiglia Unita Famiglia in difficoltà Famiglia Divisa Preghiere per i figli Circostanze varie Nel dolore Nella malattia Devozioni-Catechismo Santi e Feste UNITI nella preghiera Intenzioni di preghiera con DON BOSCO

.

 

 

Precedente Su Successiva

 

 

..

 

DOROTEA CHOPITEA

Venerabile - Salesiana Cooperatrice

 

Santiago, Cile, 5 giugno 1816 - Barcellona, Spagna, 3 aprile 1891

Nasce il 5 giugno 1816 a Santiago del Cile da una famiglia ricca di fede, di figli e di beni materiali, che tre anni dopo si trasferisce a Barcellona. Ha un carattere energico, vivace, intraprendente, ma più ancora un cuore d'oro. A 16 anni, si sposa con un giovane eccellente, Giuseppe Serra, commerciante e banchiere. Saranno compagni fedeli e felici durante 50 anni. Nel loro focolare nascono sei figlie: Dorotea, Anna Maria, Isabella, Maria Luisa, Carmen e Gesuina. La preoccupazione principale di Dorotea è di vivere veramente per Dio. Coltiva la sua pietà: ogni giorno Messa, Comunione, Rosario. Ma la cosa più straordinaria è la sua carità verso tutti, specialmente i più poveri. Nella scala dei valori mise veramente al primo posto l'amore ai poveri: "I poveri saranno il mio primo pensiero". È chiamata "L'elemosiniera di Dio". Una trentina di fondazioni sorgono dalla sua munificenza e da quella del marito: asili, scuole, ospedali, laboratori... C'è chi ha calcolato che i beni da lei elargiti ammontino a circa venti milioni di pesetas (di un secolo fa!). "Supera il bilancio di enti statali" ebbe a scrivere a suo tempo il biografo don Romolo Piñol. Il 20 settembre 1882, vedova da un mese, scrive a Don Bosco: "Vorrei fondare un'opera per giovani operai e per orfani nei sobborghi di Barcellona". Don Bosco accetta. L'opera è avviata a Sarrià nel 1884; nell'aprile-maggio 1886 Don Bosco prende contatto diretto con la santa benefattrice, più che mai disposta ad aiutarlo. Morto Don Bosco, Donna Dorotea dà inizio a tre nuove opere, tra cui il collegio Santa Dorotea a Sarrià, affidato alle FMA, per il quale impiega le 70.000 pesetas che si era riservata per la vecchiaia. Quella che Don Bosco chiamava "la nostra mamma di Barcellona" muore povera il 3 aprile 1891. È sepolta a Barcellona Sarrià. E' stata dichiarata "venerabile" il 9 luglio 1983.

 

PREGHIERA

(tradotta dallo spagnolo)

O Gesù, che hai sempre ispirato ai tuoi Santi le virtù più convenienti per i mali del loro tempo, per l'amore con cui attrai a Te le anime degli eletti, concedici di vedere presto elevata agli altari la tua serva fedele Dorotea, che innamorata dei poveri, è vissuta in mezzo al mondo riempiendolo di ammirazione per la sua pratica della carità cristiana. Per il merito delle sue virtù, ottienici Signore, la grazia che chiediamo per la sua intercessione. 

(Tre Padre Nostro alla Santissima Trinità)

 

Per relazioni di grazie, rivolgersi al Postulatore Generale dei Salesiani di D. Bosco: 

Via della Pisana 1111 00163 Roma

 

 

Indice di tutte le pagine dedicate alla Famiglia Salesiana: qui

 

 

 

 

Privacy Policy

PARTECIPA anche tu alla cordata di preghiera: UNITI per le FAMIGLIE e i GIOVANI

 

 

"le forze deboli quando sono unite diventano forti" (don Bosco)

abbiamo bisogno anche di te

www.preghiereperlafamiglia.it/UNITI.htm

 

 

  

  

 

CAPPELLINA 

    Entra per accendere una candela

e per conoscere le preghiere e le devozioni del giorno