HOME Mobile Chi siamo Dove siamo Obiettivo Famiglia SOMMARIO

 

        Cappellina il Chiostro Rosario on line Bacheca Cerca nel sito

 

 

Famiglia Unita Famiglia in difficoltà Famiglia Divisa Preghiere per i figli Circostanze varie Nel dolore Nella malattia Devozioni-Catechismo Santi e Feste UNITI nella preghiera Intenzioni di preghiera con DON BOSCO

.

 

 

Precedente Su Successiva

 

 

09 FEBBRAIO

 

BEATA EUSEBIA PALOMINO

- Figlia di Maria Ausiliatrice -

 

Cantalpino (Salamanca, Spagna), 15 dicembre 1899 - 10 febbraio 1933

Spagnola, nacque a Cantalpino 15 dicembre 1899 e visse nell’umiltà. Nella prima giovinezza fu a servizio di diverse famiglie. Entrata nella Congregazione delle Figlie di Maria Ausiliatrice, venne addetta alla cucina e ad altri lavori casalinghi. Contemporaneamente svolse un fruttuoso apostolato tra la gioventù. 
Seminaristi, adulti e sacerdoti le chiedevano consiglio, stimolati dal suo spirito di preghiera e di fede convinta e convincente. Propagò la devozione alle Sante Piaghe del Signore e la cosiddetta “schiavitù mariana” di san Luigi M. Grignion de Montfort. Si raccontano molti fatti speciali che avvennero nella sua vita
Nel 1931, prevedendo la guerra civile spagnola, si offrì vittima al Signore, che la chiamò a sé dopo lunga malattia il 10 febbraio 1933. Offrì un insigne esempio di umiltà, senza alcuna ostentazione, ma con spirito di abnegazione raggiunse nei lavori più umili i vertici della grazia. Fu beatificata da Giovanni Paolo II il 25 aprile 2004.

 

PREGHIERA alla Beata EUSEBIA PALOMINO 

O Dio, datore di tutto il bene, che doni saggezza ai piccoli e agli umili, ti supplichiamo di glorificare la tua umile serva Suor Eusebia, e di concederci, per sua intercessione la grazia che ti chiediamo ... (si esprima la grazia che si desidera ottenere)

 

Ti supplichiamo inoltre, o Dio Padre Nostro, che seguendo l' esempio di questa eroica Figlia di Maria Ausiliatrice, molte altre anime la imitino, sia nel mondo che nella vita consacrata, che tanto amorosamente professò nella stella feconda di San Giovanni Bosco e Maria Mazzarello

 

PREGHIERA

O Dio,
che hai modellato il cuore della Beata Eusebia, vergine,
sul mistero pasquale del tuo Figlio,
fino al dono della vita,
concedi a noi,
rafforzati dal suo esempio di umiltà e letizia,
di crescere costantemente nel tuo amore
e nel servizio dei poveri.
Per il nostro Signore.

 

 

O Dio, datore di ogni bene,

che doni la tua sapienza ai piccoli e agli umili,

ti supplichiamo di voler glorificare l'umile tua serva

suor Eusebia Palomino

e di concederci, per sua intercessione,

la grazia che ti chiediamo...

 

 

O Dio, datore di ogni bene,
rendici capaci di imitare 
le virtù di Suor Eusebia
nell’intimità profonda con te
e nel fedele compimento della tua volontà.
Fa’ che sul suo esempio 
molte persone, e soprattutto i giovani,
imparino ad offrirti generosamente 
l’impegno e la fatica di ogni giorno,
fino all’incontro con te,
nella gioia senza fine.
Te lo chiediamo 
per Gesù Cristo, nostro Signore.

 

 

PREGHIERA DI SUOR EUSEBIA PALOMINO 

 

O divino Gesù, solitario per lunghe notti in tanti tabernacoli, senza che alcuno venga a visitarti e adorarti: io ti offro il mio cuore solitario e desidero che ogni suo palpito sia un atto di amore per te.
Celato sotto i veli sacramentali Tu continui a vegliare. Il tuo amore non si addormenta mai, e mai si stanca di andare alla ricerca dei peccatori. O solitario Gesù, vorrei che il mio cuore fosse una lampada vivida e ardente, che emanasse raggi di amore per Te solo. Veglia, o Sentinella sacramentale, veglia sul mondo addormentato, sulle anime sbandate e su questa Tua povera figlia.
Io so bene che le sofferenze presenti non possono essere paragonate con la gloria futura che ci sarà rivelata Lassù.
Pazienza per oggi, anima mia. Il domani sarà come piacerà a Dio: intanto compiamo la sua santa volontà.
Il giorno di ieri è ormai passato, e con esso ogni sua sofferenza. Nulla è rimasto, se non il merito acquistato. E dunque, che cosa sono tutti i miei giorni? Sono assai brevi, o Gesù mio!
Dio mio, io non ho da offrirti altro che un breve giorno con le sue sofferenze e le sue fatiche. Concedimi dunque, o mio divino Maestro, che tutto quanto io avrò da soffrire in questo breve giorno sia tutto per Tuo amore. Amen.

 

( testo autentico di una preghiera che suor Eusebia soleva rivolgere a Gesù Eucaristia).

 

 

 

PENSIERI SUOR EUSEBIA PALOMINO

 

* L’anima senza preghiera è come un giardino senza acqua, come una fucina senza fuoco, come una nave senza timone. (dedica ad una exallieva)

* Come avrà il coraggio l’uomo di rivoltarsi contro il suo Signore che lo ha fatto re del creato e, purché osservi i comandamenti, lo ha destinato a godere dell’eterna gloria in Cielo? Eppure l’uomo sa bene che un giorno si incontrerà faccia a faccia con lui, che potrebbe condannarlo e allontanarlo da sé per l’eternità. (Lett.43)

* L’uomo è stato creato per il Cielo e invece va cercando il suo cielo nelle cose della terra. L’uomo si è dimenticato di Dio; e Dio gli ricorda che egli si trova presente dovunque, e che a lui nulla rimane nascosto. (Lett. 45)

* Noi siamo tempio dello Spirito Santo e nel momento in cui macchiamo l’anima nostra col peccato ci strappiamo Dio dal cuore e vi lasciamo entrare il demonio. E se questi la occupa, che cosa ne consegue? Solo più male sopra male. (Lett. 45)

* Tutto ciò che facciamo ai sacerdoti, che sulla terra fanno le veci di Dio, è fatto a Dio stesso. Se li amiamo e rispettiamo, amiamo e rispettiamo Dio. Se li disprezziamo, disprezziamo Dio. (Lett. 46) 


*Alcuni credono che si possa fare orazione solo nell’isolamento; invece si può incontrare il Signore perfino per le strade e nelle piazze. 

* Se vogliamo che la nostra anima abbia vita, e vita abbondante, andiamo con frequenza a ricevere i santi Sacramenti, in particolare la santa Eucaristia. Come il corpo deve essere nutrito ogni giorno, altrimenti muore estenuato, così anche lo spirito ha bisogno del suo alimento, altrimenti illanguidisce, si ammala. Alimento dell’anima sono la santa Comunione, la santa Messa, la preghiera e le buone letture.

* Quali energie può avere un’anima che si accosta all’Eucaristia una sola volta all’anno? Come potrà progredire nella vita cristiana se le manca il nutrimento principale, che è la santa Comunione?

* Io non posso vivere senza il mio Gesù, senza il mio Dio: perché è in lui che si trova la forza per resistere alle tentazioni del male e per sopportare con serenità e amore tutte le sofferenze della vita.

* Vieni, Gesù, e non tardare più, perché tutto il mondo si accenda del tuo amore e ne arda fino nel profondo. (Lett. 45)

* Fin da bambina, ogni volta che facevo la Comunione sentivo nel mio intimo una gioia grandissima, perché possedevo Gesù in me; e gli dicevo che, come aveva fatto con Bernadette, così facesse santa anche me. Sentivo in fondo al cuore che Gesù desiderava che gli offrissi il mio cuore, totalmente. (Autobiografia)

* Il mondo si è ottenebrato perché si è allontanato da Dio che è la vera luce, la pace e la gioia. Al-lontanandoci da Dio cadiamo nel buio, nell’odio e nel rancore, schiavi del padre della menzogna che è satana. (Lett. 50)

* Felici quelle famiglie su cui Gesù posa il suo sguardo di predilezione per cogliervi qualche fiore da portare nel giardino privilegiato della sua Chiesa, perché siano come fiori purissimi, il cui profumo riempie l’aria di balsami; e con la loro preghiera e con i sacrifici possano condurre molte anime al Cuore di Cristo per cantare le sue glorie nella stupenda dimora del Cielo. (Lett. 51)

* Amiamo molto i poveri e facciamo quanto possiamo per aiutarli e soccorrerli nelle loro sofferenze e angustie, sapendo che quanto facciamo ai poveri tutto Dio riceve come fatto a lui stesso. (Lett. 53)

* Nessuno dica: “Io sono povero, non ho nulla da dare”. La carità vera è quella che non trae i suoi tesori dalla borsa, ma dal cuore. Quando non si ha denaro o altro da donare si può offrire un’elemosina di preghiera o rivolgere al misero qualche buona parola di conforto, con dolcezza e amore, così che quel poveretto innalzi al Cielo la mente e il cuore e impari che da Dio ci viene ogni bene, e altrove non c’è che falsità e menzogna. (Lett. 55)

* [Siccome voi avete modo di trattare con diverse persone], vi prego di inculcare in tutti la carità, se vogliamo che Cristo regni e trionfi in ogni angolo della terra. Allora tutte queste calamità che stiamo soffrendo spariranno, nella misura in cui crescerà nel mondo la carità verso i poveri del Signore. (Lett. 50)

* Quando incontravo un povero che chiedeva l’elemosina sentivo un gran pena e cercavo nelle mie tasche se trovavo qualcosa, però…non avevo nulla e allora gli regalavo l’elemosina di un’ Avemaria, che era tutto ciò che possedevo; e me ne andavo contenta pensando che quella preghiera gli avrebbe fatto del bene. (Autobiografia)

* La vita è breve, l’eternità senza fine, e sarà tutta gioia. (Lett. 55) 

* La santità è cosa talmente bella che, anche solo per la pace che l’anima gode operando il bene, dovremmo tutti cercarla. E non solo nell’anima santa si riversano le grazie di Gesù, ma quanto più un’anima è pura e cresce nel corrispondere al suo Amore, tanto più il Nostro Signore si prodiga in consolazioni e tenerezze per lei. Invece quanto più ci si allontana da Dio, tanto più si va incontro a tribolazioni e dolori, vivendo come in un inferno anticipato. (Lett. 68)

* Tutto ciò che io chiedo alla Madonna, Ella me lo concede. (Autobiografia)

* Il mio primo amore fin da piccina fu per la Santissima Vergine. Quando mi recavo in chiesa pensavo a mia madre e mi dicevo: senza di lei non potremmo vivere. Dunque nella vita del Cielo, che dipingono così bella e dove ho tanto desiderio di andare, sarà la stessa cosa, ossia senza madre non si può vivere, soprattutto senza la Vergine santa, che è la Madre del cielo e della terra.(Autobiografia)

* Gesù venne sulla terra per mezzo di Maria e vuole che per mezzo suo noi andiamo a lui. Per mezzo di Maria giungerà quel regno ardente di Amore divino che accenderà tutte le nazioni della terra, unite in un solo Amore. (Lett. 64)

 

 

Vai all'indice di tutte le pagine dedicate alla Famiglia Salesiana: clicca qui

 

Precedente Home Su Successiva

 

 

Privacy Policy

PARTECIPA anche tu alla cordata di preghiera: UNITI per le FAMIGLIE e i GIOVANI

 

 

"le forze deboli quando sono unite diventano forti" (don Bosco)

abbiamo bisogno anche di te

www.preghiereperlafamiglia.it/UNITI.htm

 

 

  

  

 

CAPPELLINA 

    Entra per accendere una candela

e per conoscere le preghiere e le devozioni del giorno