.

.

Cappellina Home  

 

MEDITAZIONE DEL GIORNO                                                                                                           

29° Febbraio

PARABOLA DEL SEMINATORE


1. La semenza parte cadde lungo la strada (Luca 8, 5). La semenza è la Parola di Dio, dice Gesù; talvolta cade in cuori volontariamente dissipati, distratti; e non fa frutto per colpa nostra, come non frutta il grano gettato sulla strada e calpestato dai viandanti. Il diavolo cerca di portarci via la Parola udita mediante le distrazioni, col persuaderci che non fa per noi, che è esagerazione, che ci manca il tempo per fare quanto si predica... E tu ascolti il demonio? Non sai che è padre della menzogna?


2. Parte cadde sopra la siepe. Sono i cuori duri che sempre ascoltano e mai si convertono, perché rincresce loro mutare vita, lasciare quel vizio, abbandonare quel capriccio... Non è così? Sono i cuori duri come pietra, perché avendo disprezzato tante volte le ispirazioni, gl'inviti di Dio, il Signore si ritira, e il cuore indurisce... Non sei. tu uno di questi? Sono i cuori instabili, senza radice profonda di devozione, un po' caldi, un po' freddi... Non è forse il tuo ritratto?


3. Parte cadde tra le spine. Chi attende a due padroni, al mondo e a Dio, chi alterna i piaceri alle devozioni, chi cerca le ricchezze, chi è troppo sollecito dei suoi affari, a lungo andare vede il buon seme soffocato isterilire e perdersi. Chi lascia regnare in sé le spine anche di una sola passione, non potrà mantenere lungamente la virtù, la pietà, la divozione. Cerca perché, con tante prediche, sei sempre lo stesso.


PRATICA. — Implora, con tré Poter, la grazia di potere sempre approfittare della divina Parola.

 

 

Tratto da: Brevi meditazioni per tutti i giorni dell'anno e sopra le solennità della Chiesa proposte alle anime pie (Agostino Berteu)

 

 

il Chiostro: indice meditazioni