.

.

Cappellina Home  

 

MEDITAZIONE DEL GIORNO                                                                                                           

9° Marzo

GESÙ CATTURATO


1. Fuga degli Apostoli. Rimasti fedeli nel tempo del trionfo, dei miracoli, delle carezze di Gesù; nelle tribolazioni, nei pericoli fugerunt: fuggirono!,.. E ciò, dopo averlo conosciuto per Dio, per Padre; dopo avergli protestato fedeltà fino alla morte; dopo averlo ricevuto nella Comunione! Tutto solo per paura!... Buon Gesù, quanta desolazione! Noi pure siamo i vili che dopo replicate promesse per rispetto umano o per qualche difficoltà ti abbandoniamo!


2. Sono Io; Ego sum. “ Chi cercate voi? “ disse Gesù alle turbe, — Gesù Nazareno. — Sono Io, replicò il Redentore; tosto, percossi come da fulmine, caddero indietro inchiodati a terra. O potenza del Nome di Gesù! Dolce, amabile ai giusti, ai santi; è terribile ai dannati e ai demoni. Sono Io, dirà al giudizio dei giusti, e tosto rimarranno inebriati dalla conoscenza di Dio; Sono Io, udranno i reprobi, e lo spavento li fulminerà. Risolviti a camminare sempre nella via del bene per aver amico Gesù,


3. Gesù in catene. Per nulla scossi dal miracolo, Giuda e i soldati, come leoni sguinzagliati sulla preda, si avventano contro Gesù, e legatelo con funi e catene come un delinquente, lo gettano a terra, e con pugni, con schiaffi e calci, lo percuotono per ogni parte del corpo. E voi, o mio Gesù, non dite nulla? Non vi difendete? Non vi vendicate?... Imparo anch'io a non risentirmi. Gesù, datemi pazienza e dolcezza sempre e con tutti.


PRATICA. — Nelle piccole contrarietà della tua vita prova a tacere perdonando in ricordo del grande perdono di Gesù.

 

 

Tratto da: Brevi meditazioni per tutti i giorni dell'anno e sopra le solennità della Chiesa proposte alle anime pie (Agostino Berteu)

 

 

il Chiostro: indice meditazioni