.

.

Cappellina Home  

 

MEDITAZIONE DEL GIORNO                                                                                                           

17° Aprile

GIORNO DI UNIONE CON GESÙ


1. Le scene di Betlemme. In mezzo alla povertà, allo squallore di quella spelonca, S. Giuseppe è felice, né cambierebbe il suo stato con tutto l'oro del mondo. Vede il neonato Bambino, lo piglia tra le braccia, lo stringe al seno; Gesù riposa sul cuore di S. Giuseppe, lo unisce al suo nel bacio d'amore, lo ricolma di gioia... Non sono le ricchezze, né i piaceri che rendono contenti: cose tutte passeggere; solo Iddio rende il cuore felice. Io lo so, lo dico; ma, nelle occasioni mi regolo come se i beni materiali costituissero l'unica mia felicità.


2. La casa di Nazaret. La S. Famiglia vive modestamente del proprio lavoro; la sua giornata è un ripetersi di fatiche sempre più gravi e continue; tuttavia la pace, la vera contentezza brilla sulla loro fronte e Giuseppe, capo e sostenitore di casa, lungi dal lagnarsi, trova dolce ogni travaglio, facile ogni pena, perché è con Gesù e vive per amore di Lui. Ecco il segreto per cambiare in gaudio ogni amarezza : l'amore di Gesù e l'unione con Lui. Rifletti e applica a te.


3. Il cuore di S. Giuseppe. Chi può misurarne l’amore, l'affetto, l'unione col suo Gesù? S. Paolo diceva: Non sono più io che vivo, è Gesù che vive in me. S. Teresa; Io muoio d'amore, perché non muoio. S. Francesco d'Assisi non vedeva, non udiva, non desiderava se non Gesù Cristo. Che dire di S. Giuseppe che fu per trent'anni accanto all'Amore in terra! Desideriamo almeno di crescere nell'amor di Gesù; offriamo a Lui ogni palpito, ogni sospiro.


PRATICA. - Facciamo oggi tutto volentieri per amore di Gesù e di S. Giuseppe; sette Gloria al Santo.

 

 

Tratto da: Brevi meditazioni per tutti i giorni dell'anno e sopra le solennità della Chiesa proposte alle anime pie (Agostino Berteu)

 

 

il Chiostro: indice meditazioni