.

.

Cappellina Home  

 

MEDITAZIONE DEL GIORNO                                                                                                           

23° Maggio

Iter para tutum. MARIA, GUIDA SICURA


1. Chi segue Maria, cammina per la via del Cielo. Qui me invenerit, inveniet vitam (Prov. 8, 35); Chi mi trova, ritrova la vita, applica a Lei la Chiesa. Qui sequitur me, non ambulat in tenebris (Joan., 8, 12): Chi mi segue, non cammina nelle tenebre, diceva Gesù... Che dolce consolazione! Se vivo devoto a Maria, se imito, nel miglior modo per me possibile, Maria umile, paziente, pia, il Paradiso è mio. Ma qui sta il punto : imitare Maria. Ti pare di farlo?


2. Maria facilita il cammino al Cielo. 1° Tenendo lontano da noi le tentazioni eccessive; Non patietur vos tentari supra id quod potestis (I Cor. 10, 13); 2° Ottenendoci forza nel combattere: Faciet cum tentatione proventum (ihid.); 3° Spianandoci la via con mille grazie, a noi ignote per ora: Consolatur nos in omni tribulatione (II Cor. 1, 14); il che faceva dire a S. Germano, che se si potessero interrogare i Santi del Paradiso, risponderebbero: Siamo salvi per l'intercessione di Maria. O Madre mia, salvate anche me, voi lo potete... Che sciagura irreparabile, se non giungo al Cielo!

ESEMPIO. - S. Filippo era spesso molestato dal demonio, che con rumori, con apparizioni, con spauracchi gli dava fastidio, ma diceva: Mi sono raccomandato alla Madonna SS., e mi ha liberato.

PRATICA. - Diciamo lungo il giorno : Iter para tutum: Maria, spianami la via, e sarò salvo.

GIACULATORIA - Dolce Cuor di Maria, siate la salvezza mia.

 

 

Tratto da: Brevi meditazioni per tutti i giorni dell'anno e sopra le solennità della Chiesa proposte alle anime pie (Agostino Berteu)

 

 

il Chiostro: indice meditazioni