.

.

Cappellina Home  

 

MEDITAZIONE DEL GIORNO                                                                                                           

3° Giugno

PRIMA SPINA: I MALVAGI


1. Numero dei peccatori. Furono purtroppo molti i Giudei sulla piazza del pretorio a gridare il crucifige; ma, lungo i secoli, ogni giorno, ogni ora, ogni minuto, quanti tornano a crocifiggere Gesù col peccato! In questo stesso istante, quanti peccati si commettono! Idolatri, atei, increduli...; anche tra i Cattolici, quanti sono i peccatori! Forse, tra questi, tu pure conficchi
la tua spina ogni giorno... E non provi orrore a incrudelire contro Gesù, tanto amabile?


2. Sfrenatezza dei peccatori. La Maddalena peccò molto, ma infine andò a Gesù pentita e amante. Longino squarciò il seno a Gesù con la lancia, ma è opinione che, scendendo dalla montagna, si percotesse il petto per dolore. Invece ora, con quanta impudenza, dai giovani e dai vecchi, si pecca con le disonestà, con le bestemmie, coi più empi sacrilegi... Quanti vivono
tranquilli sull'orlo dell'Inferno, come se nulla fosse!... Altro che convertirsi! Che spina acuta pel Cuore di Gesù!


3. Come alleviare questa spina? Separiamoci dai traviati, fuggendo il peccato volontario, detestandolo con tutto il cuore, cacciandolo da noi se s'annida nell'anima, evitando quei pericoli per cui già siamo caduti. Compensiamo Gesù delle malvagità altrui, con preghiere di riparazione, con la santa Comunione, con le giaculatorie, con le visite eucaristiche divote. Che fai tu di tutto questo per consolare Gesù?


PRATICA. — Ad ogni bestemmia che senti, ad ogni peccato che vedi commettere ripeti: Dio sia benedetto! (50 g. o. v.).

 

Tratto da: Brevi meditazioni per tutti i giorni dell'anno e sopra le solennità della Chiesa proposte alle anime pie (Agostino Berteu)

 

 

il Chiostro: indice meditazioni