.

.

Cappellina Home  

 

MEDITAZIONE DEL GIORNO                                                                                                           

11° Giugno

SECONDO INTERESSE: LA SALVEZZA NOSTRA


1. Palpiti del Cuor di Gesù. Posa, come il prediletto Giovanni, il tuo capo sul Cuore di Gesù; ascolta come martella forte... Venni perché tutti abbiano la vita. Morì per salvarci; tende ancora le braccia per richiamarci a salvezza...; quindi al veder un'anima che pecca, che rimane nella colpa con indifferenza, che si danna, che piomba nell'Inferno, come palpita quel Cuore! O Gesù, quanti palpiti, anche per me, figlio prodigo, ingrato!... Lo so, e mi correggo!


2. È grande desiderio di Gesù vederci santi. Un'anima dannata è un trionfo pel demonio e un dolore a. Gesù che tutto fece per salvarla; un'anima dannata, è un bestemmiatore di più contro Gesù per tutta l'eternità; la Chiesa, il Regno di Dio patiscono una diminuzione di un adoratore per ogni anima che si danna; a Gesù che tutti vuol salvi, come riuscirà triste una perdita così dolorosa! Eppure se vivi male, Egli ti condannerà...


3. È facile salvare anime. Quante anime hai tu salvato finora? Nessun dannato potrà forse gettarti in faccia qualche scandalo, principio della sua riprovazione? Per liberarti da un conto così terribile, concorri a salvare anime col buon esempio che per tanti Santi fu origine di conversione; con la preghiera che mai sale inesaudita a favore dei peccatori. Se salvi un'anima, hai salvata la tua— Animam salvasti, animam tuam praedestinasti.


PRATICA. — Recita qualche preghiera e fa qualche penitenza per far evitare, almeno oggi, un peccato mortale, in tutto il mondo.

 

Tratto da: Brevi meditazioni per tutti i giorni dell'anno e sopra le solennità della Chiesa proposte alle anime pie (Agostino Berteu)

 

 

il Chiostro: indice meditazioni