.

.

Cappellina Home  

 

MEDITAZIONE DEL GIORNO                                                                                                           

22° Giugno

SESTO ESEMPIO: VITA INTERIORE


1. Vita interiore del Divin Cuore. Di che visse Gesù sulla terra? Era Dio, era la sapienza del Padre; perciò il Cuor di Gesù non poteva vivere che di Dio. Il mondo vedeva solo le opere esterne di Lui; ma Egli quanti sospiri levava al Padre, quanti voti, quante offerte! Il Cuore di Gesù era continuamente, totalmente volto a Dio, protestando che tutto compiva a gloria del Padre per amore, per obbedienza a Dio Padre. Se sapessi anche tu far tutto a gloria di Dio, per amore di Dio!


2. Vita dissipata del nostro cuore. Di che viviamo noi? Il Signore ci volle creati per Sé, per amarlo e servirlo senza posa; eppure è proprio a Dio che pensiamo meno! Noi viviamo di terra, di vanità, di progetti, d'inutili speranze; il nostro cuore dissipato si volge a mille vanità di questo mondo; basta un nonnulla a distrarlo, ad occuparlo...; ma quando pensa a Dio? Come sospira a Dio, che cosa fa per Dio?


3. Amiamo di progredire nella vita interiore. Non tutti comprendono questa parola : ma solo chi sente le attrattive dell'amor di Dio, chi conosce le amabilità di questo Sposo delle anime nostre. Tale è chi cerca di piacergli sempre più, togliendo le minime macchie dal proprio cuore per amore di Lui, sospirando di unirsi a Lui, camminando sulla terra col corpo, tenendo lo spirito fisso al Cielo. Questa fu la vita dei Santi e di Gesù, Santo dei Santi. L'hai tu cominciata questa vita?


PRATICA. — Consacra oggi i palpiti del cuore a Gesù e procura che tutti siano santi e degni di Lui.

 

 

Tratto da: Brevi meditazioni per tutti i giorni dell'anno e sopra le solennità della Chiesa proposte alle anime pie (Agostino Berteu)

 

 

il Chiostro: indice meditazioni