.

.

Cappellina Home  

 

MEDITAZIONE DEL GIORNO                                                                                                           

3° Luglio

PREZIOSITÀ DEL SANGUE DI GESÙ


1. È il mezzo di riscattarci da qualunque peccato. Siccome, nella sua Passione, Gesù, con la minima goccia del suo Sangue, riscattò il mondo; così anche ora, siano pur gravi e innumerevoli i peccati, una stilla sola è tal tesoro infinito che basta a cancellarli. È un nume d'oro, avvalorato dall'Amore divino per lavare tutti i peccati. Dunque non disperarti dopo avere commesso peccato; cerca di pentirtene; appena assolto, già sei mondo e purificato in virtù del Sangue di Gesù. E tu non tè ne curi?


2. È il mezzo di riscattarci dalle pene del peccato. Medita come a ogni colpa tiene dietro la pena: punizione eterna per il peccato mortale; gravissima anche pel veniale. Rimessa la colpa, chi ci libera dalla pena eterna e infinita nella sua durata? Gesù, col suo Sangue, coi suoi meriti, paga per noi; coi dolori sofferti supplisce a quelli che sono meritati da noi. Chi può estinguere le fiamme del Purgatorio? il Sangue di Gesù, con la S. Messa. Che grande tesoro! In Purgatorio capirai il pregio del Sangue prezioso...


3. E il tesoro d'ogni grazia. Gesù è la fonte di ogni ricchezza spirituale. Ma dove mai ripose Gesù il tesoro delle sue ricchezze? Nel Sacramento del Corpo e Sangue suo. Chi vi partecipa devotamente, viene ricolmato d'ogni grazia e benedizione. Sull'altare adunque, abbiamo la fonte d'ogni grazia; nell'Eucaristia sta il tesoro per ottenere qualunque aiuto, e il mezzo per comprare il Cielo. O Sangue di Gesù Cristo, santificami.


PRATICA. — Diciamo sette Gloria Patri in onore del Preziosissimo Sangue.

 

 

Tratto da: Brevi meditazioni per tutti i giorni dell'anno e sopra le solennità della Chiesa proposte alle anime pie (Agostino Berteu)

 

 

il Chiostro: indice meditazioni