.

.

Cappellina Home  

 

MEDITAZIONE DEL GIORNO                                                                                                           

4° Luglio

DOLCEZZE PROCURATE DAL SANGUE DI GESÙ


1. Dolce come rugiada. Quanto bene produce la rugiada nell'aperta campagna! Nella fornace di Babilonia, una rugiada miracolosa mutò le fiamme in dolce zefiro, pei tre giovanetti. Quando il cuore è freddo, quando ti senti incapace di fare un'opera buona, negli ardori della concupiscenza, nel ribollimento delle passioni, prega Gesù che applichi a te i meriti del suo Sangue prezioso. Questa manna celeste non ti germogliò mai in cuore calma, vigore, coraggio, nuova vita?


2. Confortevole come il balsamo. Il balsamo è simbolo di misericordia; e Gesù, scrive S. Clemente, è un balsamo prezioso di celeste misericordia, che guarisce le nostre piaghe ed è rimedio alle nostre miserie. Sei peccatore? Spera nel Sangue di Gesù: Tu sei mio, e per Te e con Te solo spero di salvarmi, diceva morendo S. Francesco Caracciolo. - Ti conosci freddo? Sangue di Cristo inebriami. - Ti senti misero? La mia ricchezza è il tuo Sangue, o Gesù. - Temi di dannarti? Il Tuo Sangue è la mia speranza.


3. Soave come il latte materno. Gesù ci nutre, non solo come le madri, per pochi mesi, del proprio latte, ma per tutta la vita, del proprio Sangue; né solo nutre i corpi, ma ben più le anime nostre: Venite, gustate come è dolce e soave il Signore. S. Filippo non poteva staccare le labbra dal calice consacrato. S. Teresa sì sentiva commossa al solo vedere un'immagine di Gesù grondante Sangue. E noi siamo sempre insensibili, perché dissipati!


PRATICA. — Recita sette Pater o sette Gloria in onore delle sette effusioni di Sangue di Gesù.

 

 

Tratto da: Brevi meditazioni per tutti i giorni dell'anno e sopra le solennità della Chiesa proposte alle anime pie (Agostino Berteu)

 

 

il Chiostro: indice meditazioni