.

.

Cappellina Home  

 

MEDITAZIONE DEL GIORNO                                                                                                           

16░ Luglio

LA DEVOZIONE DEL CARMINE


1. ╚ un pegno della protezione di Maria. Ogni secolo ebbe prove splendide della bontÓ di Maria. Nel XII secolo Maria stessa, domand˛ al B. Simone Stock l'abito del Carmine, mostr˛ ai suoi figli quale sia la livrea che piace a Lei, e, assicurando a chi l'indossa una protezione particolare, ci diede un pegno nuovo della sua bontÓ e del suo amore materno. Sei tu devoto di questa santa pratica?


2. Privilegio sabatino. Maria SS., a tutti i figli ascritti al Carmine, promise aiuti nei pericoli, e grazie in abbondanza in vita e in morte. Questa sola promessa, uscita di bocca a Maria e confermata da migliaia di prodigi, vale da sola a renderci cara la devozione del Carmine. Ma di pi¨, la nota ed autentica promessa fatta da lei di liberare quanto prima dalle pene del Purgatorio, dopo morte, chi porta l'abitino, qual fervore non deve conferire a tale devozione!


3. Condizioni della Compagnia del Carmine. 1░ Farsi iscrivere nei registri. 2░ Portare al collo l'abitino del Carmine. 3░ Vivere casti secondo il proprio stato. Ma, per godere del privilegio sabatino, si deve aggiungere la recita dell'Ufficio della Vergine ogni dý, e per chi non sa leggere, astenersi dalle carni il mercoledý e il sabato. Ogni confessore pu˛ commutare in altra pia opera l'obbligo dell'Uffizio o dell'astinenza dalle carni. ╚ bene farlo commutare nella Corona alla Vergine, per dirla con doppia devozione.


PRATICA. Ś Fa una visita a Maria. Pregala di risparmiarti le pene terribili del Purgatorio.

 

 

Tratto da: Brevi meditazioni per tutti i giorni dell'anno e sopra le solennitÓ della Chiesa proposte alle anime pie (Agostino Berteu)

 

 

il Chiostro: indice meditazioni