.

.

Cappellina Home  

 

MEDITAZIONE DEL MESE                                                                                                           

16° Ottobre

LA PUREZZA DELLA VERGINE


1. Purezza immacolata di Maria. Un bianco giglio senza macchia, il candore della neve che scintilla al raggio del sole: ecco i simboli della purezza del Cuor di Maria. Per singolare privilegio di Dio, il demonio nulla potè sull'anima intemerata della Vergine; né mai una menoma macchia né offuscò il candore verginale. Tale grazia, proporzionata al tuo stato, puoi ottenere con la preghiera e la vigilanza; e Maria gode d'impetrarci la purezza, tanto gradita a Lei.


2. Purezza volontaria di Maria. Quanto ella amasse la purità, deducilo dalla fuga del mondo, dalla modestia del tratto, dalla vita mortificata, per evitare gli incentivi del peccato; desumilo dalla Sua disposizione a rinunziare piuttosto all'onore di esser Madre di Gesù, se ciò era a scapito della Sua verginità, E tu quanto stimi la purezza? Come ti, guardi dai pericoli di perderla? Sei modesto in tutto e sempre?


3. Difficoltà di mantenerci puri. Essendo la purezza virtù sì bella che fa simili agli Angeli, tanto cara a Gesù, e tanto premiata in Cielo, con quanto studio dobbiamo conservarla nel pensiero, nelle parole, nelle azioni!... Ma è virtù fragilissima: basta un soffio ad appannarla, basta un istante di consenso alla tentazione per perderla. Il demonio e la carne nostra sono nemici terribili della purità. Li combatti tu con l'orazione e con la mortificazione come dice Gesù?


PRATICA. — Recita tre Ave Maria, Ripeti: Vergine purissima, pregate per noi. Esamina la tua purezza.

 

 

Tratto da: Brevi meditazioni per tutti i giorni dell'anno e sopra le solennità della Chiesa proposte alle anime pie (Agostino Berteu)

 

 

il Chiostro: indice meditazioni