.

.

Cappellina Home  

 

MEDITAZIONE DEL MESE                                                                                                           

17° Novembre

IL MIO GIUDIZIO


1. Rendiconto del male. Di qui a poco, dovrai presentarti innanzi al Giudice Supremo; speri di vederlo in atteggiamento di pietà, di bontà, ovvero con lo sguardo di severa giustizia? La vita che conduci, le tue azioni quotidiane saranno gradite a Lui? — Renderò conto di tutto il male che non dovevo fare, e pure feci.. Quale confusione sarà la mia! Quanti peccati in ogni età, in ogni giorno! Neanche un pensiero, una parola, verrà dimenticata nel Giudizio!


2. Rendiconto del bene. Dopo tante colpe di cui ti rimorde la coscienza, ti pare di aver poco da temere, perché preghi, ti accosti ai Sacramenti, hai qualche pratica di pietà, fai elemosina... Ma che sono queste poche cose a paragone dei molti e gravi peccati? Per di più: con quali imperfezioni, vanità, storte intenzioni accompagni il bene su cui conti? Ora rendine conto! Anzi: quanto bene potevi fare e non facesti solo per tua negligenza. Danne conto...


3. Rendiconto del tempo. Se fossi vissuto pochi anni, se il tempo mi fosse mancato, troverei una qualche scusa e discolpa innanzi al Giudice. Invece bastava un giorno a convertirsi : ed io, con anni e anni di vita, non mi sono convertito!.,. Bastava un anno a farsi santo, e io non mi sono fatto tale in 10, 30, 50 anni... Bastava un momento a risolvermi a cominciare: e io lo trascurai!... Che sentenza mi toccherà? — Non ci pensi?


PRATICA. — Tronca subito le cattive abitudini, recita le Litanie della Madonna.

 

 

Tratto da: Brevi meditazioni per tutti i giorni dell'anno e sopra le solennità della Chiesa proposte alle anime pie (Agostino Berteu)

 

 

il Chiostro: indice meditazioni