.

.

Cappellina Home  

 

MEDITAZIONE DEL MESE                                                                                                           

13° Dicembre

LA SPERANZA CRISTIANA


1. Speranza del perdono dei peccati. Dopo commesso il peccato, perché lasci che la disperazione ti affanni il cuore? È male, certo, la presunzione di salvarti senza merito; ma, quando ti sei pentito, quando il confessore si rassicura, a nome di Dio, del perdono, perché ancora dubiti e diffidi? Iddio stesso si dichiara tuo Padre, ti protende le braccia, ti schiude il Costato... In qualunque abisso tu sia caduto, spera sempre in Gesù.


2. Speranza del Cielo. Come non sperarlo se Iddio ce lo volle promettere? Considera pure la tua incapacità per giungere tanto alto: la tua ingratitudine alle chiamate del Ciclo, e ai benefizi divini: gli innumerevoli peccati, la tua vita tiepida che ti rendono indegno di ottenere il Paradiso... Va bene; ma, quando pensi alla bontà di Dio, al Sangue Prezioso di Gesù, agli infiniti suoi Meriti che applica a te per supplire alle tue miserie, non ti nasce m cuore la speranza, anzi, quasi la certezza di giungere al Cielo?


3. Speranza d'ogni cosa necessaria. Perché, nelle tribolazioni, dici di essere abbandonato da Dio? Perché dubiti in mezzo alle tentazioni? Perché hai così poca fiducia in Dio nei tuoi bisogni? Uomo di poca fede, perché dubiti? disse Gesù a Pietro. Dio è fedele, né vi permetterà tentazione superiore alle vostre forze. scrisse S, Paolo. Non ricordi che la confidenza fu sempre premiata da Gesù, nella Cananea, nella Samaritana, nel Centurione, ecc.? Quanto più speri, tanto più otterrai.


PRATICA. - Ripeti lungo il giorno: Signore, io spero in te. Gesù mio, misericordia!

 

 

Tratto da: Brevi meditazioni per tutti i giorni dell'anno e sopra le solennità della Chiesa proposte alle anime pie (Agostino Berteu)

 

 

il Chiostro: indice meditazioni