.

.

Cappellina Home  

 

MEDITAZIONE DEL MESE                                                                                                           

14° Dicembre

LA CONFESSIONE FREQUENTE


1. Mantiene l'anima in grazia. Il Sacramento della confessione monda l'anima dal peccato; ma ogni dì manchiamo, e perché troviamo noioso confessarci spesso per averne il perdono? Malgrado le risoluzioni, i proponimenti e le preghiere, senza la confessione frequente e la grazia che la accompagna, senza i rimproveri e i consigli del confessore, noi ricadremo: l'esperienza lo prova! Sai tu mantenerti buono e virtuoso confessandoti di rado?


2. Dirige l'anima alla perfezione. Noi siamo ciechi sui nostri vizi e difetti : siamo bambini incapaci di camminare franchi sulla stretta via del Cielo, senza una guida: siamo inesperti e titubanti sulla volontà di Dio sopra di noi!... La confessione frequente ci fa rimediare alle nostre deficienze e debolezze. Il confessore, illuminato da Dio, leggendo sovente nelle nostre coscienze, ci corregge, ci guida, ci esorta alla santità. Non sai che fartene di tali vantaggi?


3. Prepara l'anima alla morte. 1° II gran passaggio mette paura per l'incertezza dello stato in cui si troverà l'anima nostra;... ma chi si confessa di frequente è sempre preparato alla morte. 2° La frequente Confessione, ricordandoci le tante nostre cadute quotidiane, ci toglie in parie il ribrezzo della morte, quale mezzo per non più offendere Dio. 3° La confessione inculcandoci la vanità, il nulla della terra, non ci fa desiderare il Cielo? Dunque frequentala di cuore.


PRATICA. - Fissati un confessore stabile; apri interamente il cuore a lui. Sei tranquillo sulle tue confessioni?

 

 

Tratto da: Brevi meditazioni per tutti i giorni dell'anno e sopra le solennità della Chiesa proposte alle anime pie (Agostino Berteu)

 

 

il Chiostro: indice meditazioni