.

.

Cappellina Home  

 

MEDITAZIONE DEL MESE                                                                                                           

21° Dicembre

LE FASCE DEL BAMBINO GESU'


1. Le fasce sono catene per Gesù. Guarda la Vergine Madre; non appena nato Gesù, Lo adora e Lo serra al seno; ma tosto, a riparo dal freddo. Lo ravvolge tra poveri panni. Gli stende i piedi, ne comprime le deboli mani e Lo stringe tra le fasce. Gesù obbediente, sottomesso, non apre bocca; già, s'affacciano alla sua mente le catene, le funi del Getsemani, del Calvario, e accetta tutto con Amore, Le fasce erano, dunque, simbolo della Carità che Lo univa a noi per salvarci. Dolci catene di Amore, quando mi unirete a Gesù?


2. Carità di Gesù con noi. Considera lo stato miserevole dell'uomo peccatore. Per un solo peccato mortale, diviene schiavo del demonio e morendo, le eterne catene di Lucifero sono per lui. Gesù, quel Dio stesso che condannò per un solo peccato gli Angeli all'Inferno, risparmia noi, poveri peccatori! Sceglie per Sé le fasce, le catene, i tormenti, la morte; ma ci vuoi salvi in Cielo. O Bontà, o Carità di Dio, come potrò ringraziarvi degnamente? Come saprò contraccambiarvi?


3. Carità di noi col prossimo. Dopo gli esempi e il comando di Gesù, noi dovremmo essere legati al prossimo con i vincoli della Carità fraterna. Ma quale è la nostra Carità nei sospetti, nei giudizi, nel parlare del prossimo? Quale è la nostra disposizione a beneficare tutti? Dov'è il perdono a chi ci è ingrato, a chi ci fa del male? Dov'è la nostra pazienza con le persone moleste?.., imita Gesù, che fu tutto carità; tu siilo con gli altri.


PRATICA. - Recita il Magnificat; fa un piacere a qualcuno.

 

 

Tratto da: Brevi meditazioni per tutti i giorni dell'anno e sopra le solennità della Chiesa proposte alle anime pie (Agostino Berteu)

 

 

il Chiostro: indice meditazioni