HOME Mobile Chi siamo Dove siamo Obiettivo Famiglia SOMMARIO

 

        Cappellina il Chiostro Rosario on line Bacheca Cerca nel sito

 

 

Famiglia Unita Famiglia in difficoltà Famiglia Divisa Preghiere per i figli Circostanze varie Nel dolore Nella malattia Devozioni-Catechismo Santi e Feste UNITI nella preghiera Intenzioni di preghiera con DON BOSCO

.

 

 

Precedente Su Successiva

 

 

10 SETTEMBRE

 

SAN NICOLA DA TOLENTINO

 

Castel Sant’Angelo (ora Sant’Angelo in Pontano, Macerata), 1245 - Tolentino (Macerata), 10 settembre 1305

Nacque nel 1245 a Castel Sant'Angelo in Pontano nella diocesi di Fermo. A 14 anni entrò fra gli eremitani di sant'Agostino di Castel Sant'Angelo come oblato, cioè ancora senza obblighi e voti. Più tardi entrò nell'ordine e nel 1274 venne ordinato sacerdote a Cingoli. La comunità agostiniana di Tolentino diventò la sua «casa madre» e suo campo di lavoro il territorio marchigiano con i vari conventi dell'Ordine, che lo accoglievano nell'itinerario di predicatore. Dedicava buona parte della sua giornata a lunghe preghiere e digiuni. Un asceta che diffondeva sorriso, un penitente che metteva allegria. Lo sentivano predicare, lo ascoltavano in confessione o negli incontri occasionali, ed era sempre così: veniva da otto-dieci ore di preghiera, dal digiuno a pane e acqua, ma aveva parole che spargevano sorriso. Molti venivano da lontano a confessargli ogni sorta di misfatti, e andavano via arricchiti dalla sua fiducia gioiosa. Sempre accompagnato da voci di miracoli, nel 1275 si stabilì a Tolentino dove resterà fino alla morte il 10 settembre 1305. (Avvenire)

 

La devozione di S. Nicola nel mondo è stata sempre legata al segno dei panini benedetti che egli aveva mangiato dietro suggerimento della Madonna e ne aveva sperimentato l'efficacia guarendo repentinamente da una malattia mortale. E' il patrono delle anime del Purgatorio, della Chiesa universale nei problemi riguardanti l'ecumenismo; e inoltre è efficacemente invocato dalle puerpere, sulle difficoltà dell'infanzia e dello sviluppo e in genere in ogni difficoltà.

 

PREGHIERA A SAN NICOLA DA TOLENTINO

PER I FIGLI

O san Nicola, guarda benigno i nostri figli, falli crescere e maturare come uomini e come cristiani. Tu che sapesti essere tanto vicino agli uomini e in modo particolare ai bambini e ai giovani che sostenevi con la tua amicizia e illuminavi con i tuoi consigli, prenditi cura anche dei nostri figli, avvicinali al Signore, preservali dal male e prega perché la benedizione di Dio li accompagni sempre.

 

PREGHIERA A SAN NICOLA DA TOLENTINO

PER I GIOVANI

O S. Nicola amico di Dio e nostro amico, tu che sei stato così sensibile alle esigenze dei giovani guidandoli con la sapienza dei tuoi consigli, continua dal cielo, come padre e fratello, a manifestare la tua sollecita premura per noi. Proteggi le nostre attività: lo studio, il lavoro, il servizio ai bisognosi, il nostro impegno nella Chiesa.
Custodisci e purifica i nostri affetti. Illumina le nostre scelte perché siano secondo il cuore di Dio.
Sii per tutti noi un attento e dolce compagno di viaggio.

 

PREGHIERA A SAN NICOLA DA TOLENTINO

PER LE FAMIGLIE

O San Nicola, luminosa guida per le famiglie, tu che sai quanto sia importante avere dei genitori che credano nel Signore e siano animati da una fede profonda, prega per noi padri e madri, perchè l'insegnamento con le nostre parole sia sempre accompagnata da una vita santa e i nostri figli possano crescere innamorati di Cristo.

 

PREGHIERA A SAN NICOLA DA TOLENTINO

PER LE ANIME DEL PURGATORIO

 

San Nicola da Tolentino che durante la tua vita terrena 

fosti di grande aiuto per le anime afflitte del Purgatorio, 

ora in Cielo sii per me avvocato ed intercessore presso Dio;

 avvalora queste mie povere preghiere 

per ottenere dalla divina clemenza la liberazione ed il sollievo 

di quelle anime dalle quali spero grande aiuto

 

PREGHIERA A SAN NICOLA DA TOLENTINO

 

Glorioso taumaturgo San Nicola, che nato per intercessione del grande Santo di Bari, non solo ne hai portato il nome, ma ne hai imitato le sue virtù, eccoci davanti a te per invocare la tua intercessione di essere fedeli a Gesù Cristo, alla Santa Chiesa e al Santo Padre; fa che nei momenti difficili la Chiesa sia luce per gli uomini e li conduca alla via del vero e del bene. Continua ad intercedere per le anime del Purgatorio e fa che noi le dimentichiamo, non solo per rendere vivo il nostro suffragio, ma per avere ben presente che anche noi dobbiamo desiderare questa comunione piena con il Signore. Guidaci sulla via del bene e rendici capaci di fare spazio a Gesù nella nostra vita, affinché ciò che ti chiediamo sia in comunione con la volontà del Padre e assieme a Te e alle anime dei fratelli che ci hanno preceduto, possiamo godere della gloria del Paradiso.

 

 

PREGHIERA A SAN NICOLA DA TOLENTINO
PER LA CHIESA

 

Glorioso San Nicola, animato da viva fiducia nel tuo efficacissimo patrocinio, a te sollevo la mia voce e caldamente ti raccomando l’augusta Sposa di Gesù, la Chiesa. Tu dal Cielo conosci le fiere lotte ch’Ella sostiene, i gemiti affannosi che manda dal cuore, le lacrime amare che versa per la perdita di tante anime. Deh! Tu che sei il Protettore possente, su Essa e sui figli suoi invoca la divina pietà. E come i popoli ti salutarono ancora speciale patrono della Chiesa che soffre nel Purgatorio, così questa pure raccomando all’efficacia del tuo patrocinio. Intercedi per quelle anime, affretta loro l’amplesso dello Sposo celeste; fa che l’una e l’altra Chiesa da te difese e protette, siano con quella del Cielo eternamente beate. Così sia.

 

 

PREGHIERA A SAN NICOLA DA TOLENTINO

 

I. O glorioso San Nicola, che nato per intercessione del gran taumaturgo di Bari, non vi accontentaste di portare per riconoscenza il suo nome, ma ogni studio ancora adoperaste per ricopiare in voi stesso le sue virtù; impetrate a noi tutti la grazia di camminare sempre fedeli dietro le orme dei Santi, dei quali portiamo il nome, per così essere favoriti del loro patrocinio, e partecipare dopo la morte alla loro gloria.

 

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo 

come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

 

II. O glorioso San Nicola, che ancor fanciullo faceste vostra delizia il ritiro, l’orazione, il digiuno, e tenero giovinetto, tanto più vi avanzaste nella pietà, quanto maggiori erano i vostri progressi nella letteraria carriera; ottenete a noi tutti la grazia di progredire ogni giorno nell’evangelica perfezione, specialmente con l’orazione e col digiuno, che sono le due ali indispensabili per elevarci alla cima del monte santo.

 

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo 

come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

 

III. O glorioso San Nicola, che, sempre sollecito di corrispondere a tutti i movimenti della grazia cercaste ed otteneste di entrare nell’ordine Agostiniano appena sentiste una predica di uno di quei santi romiti; ed ivi tanto vi avanzaste nella perfezione da essere in età di dodici anni proposto ai vecchi come modello, e favorito della monastica professione innanzi tempi, impetrate a noi tutti la grazia di secondar fedelmente tuttoele divine inspirazioni, ed edificare costantemente i nostri prossimi col disimpegnare nel miglior modo tutti i doveri del nostro stato.

 

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo 

come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

 

IV. O glorioso San Nicola, che, aumentando ogni giorno le vostre pratiche di penitenza, meritaste d’essere dai vostri superiori spedito a diverse case del vostro Ordine al solo fine di edificare col vostro esempio anche i religiosi più perfetti, e travagliato dalle piaghe le più ostinate, le più dolorose, non faceste mai altro che unirvi più strettamente al vostro Dio; impetrate a noi tutti la grazia di non allontanarci giammai nell’esercizio dell’ evangelica mortificazione, e di soffrir sempre con pace e con gioia tutto ciò che di afflittivo e di tormentoso ci potesse accadere sopra la terra.

 

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo 

come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

 

V. O glorioso San Nicola, che foste tanto da Dio favorito da moltiplicare con una sola preghiera le domestiche provvigioni a quei poveri che nell’estrema miseria vi vollero far dono dell’unico pane che rimaneva per loro sostentamento, indi consolato e visitate più volte non solo da s. Agostino e da vari Angeli, ma ancora dalla stessa Vergine Maria, foste coi pani da lei benedetti restituito alla sanità, indi infiniti miracoli operaste coi piccoli pani benedetti nel vostro nome, impetrate a noi tutti la grazia d’essere sempre così pii, così caritatevoli o così mortificati da meritarci qui in terra i più distinti favori, e assicurarci nell’altra vita l’eternità dei beati.

 

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo 

come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

 

Precedente Home Su Successiva

 

 

Privacy Policy

PARTECIPA anche tu alla cordata di preghiera: UNITI per le FAMIGLIE e i GIOVANI

 

 

"le forze deboli quando sono unite diventano forti" (don Bosco)

abbiamo bisogno anche di te

www.preghiereperlafamiglia.it/UNITI.htm

 

 

  

  

 

CAPPELLINA 

    Entra per accendere una candela

e per conoscere le preghiere e le devozioni del giorno