HOME Mobile Chi siamo Dove siamo Obiettivo Famiglia SOMMARIO

 

        Cappellina il Chiostro Rosario on line Bacheca Cerca nel sito

 

 

Famiglia Unita Famiglia in difficoltà Famiglia Divisa Preghiere per i figli Circostanze varie Nel dolore Nella malattia Devozioni-Catechismo Santi e Feste UNITI nella preghiera Intenzioni di preghiera con DON BOSCO

.

 

 

Precedente Su Successiva

 

 

11 GENNAIO

 

SANTA LIBERATA

Vergine e Martire

Santa Liberata era figlia di Lucio Catelio Severo già console di Roma e governatore del nord-est della penisola Iberica nell'anno 122. La madre Calsia partorì nove gemelle. Piena di pudore nel vedere un parto così numeroso, decise di annegarle nel mare, dando incarico di ciò alla levatrice che, in quanto cristiana non obbedì. Le battezzò con i nomi di Ginevra, Vittoria, Eufemia, Germana, Marina, Marciana, Basilisa, Quiteria e Liberata. Più tardi, dopo numerose peripezie, morirono tutte martiri sotto la persecuzine dell'imperatore Adriano. Fu don Giovanni Sanmillàn, vescovo di Tuy che diffuse il culto delle nove sante a partire dell'anno 1564. Il vescovo don Ildefonso Galaz Torrero, nel 1688 emanò un editto col quale ordinava la celebrazione della festa delle nove sorelle. Il corpo di santa Liberata si conserva nella cattedrale di Siguenza (Spagna). Santa Liberata è venerata come colei che ha il potere di togliere i tristi pensieri; da ciò si deve dedurre che la sua protezione si estende a tutti i mali che si desiderano evitare, sopratutto infermità e afflizioni. Contemporaneamente è colei che ci procura il bene della pace e della serenità. (Avvenire)

 

PREGHIERA A SANTA LIBERATA

O gloriosissima Vergine Santa Liberata,
che da Dio, con Nome, otteneste ancora
il dono di liberatrice dei mali ed infermità
da cui in questa misera siamo soggetti
Vi prego col più intimo del mio cuore, a
camparmi da qualunque infermità e 
pericolo che possa sovrastarmi, Ma poichè
poco, anzi nulla mi gioverebbe l'ottenere
da Voi la sanità del corpo, quando fossi
infermo nell'anima, perciò umilmente
vi supplico a liberarmi dal peccato, che 
è l'unica infermità che dello spirito. 
Finalmente, nel punto estremo della mia
vita, finchè gl'infernali nemici faranno 
ogni sforzo per riportare di me vittoria
e rendermi eternamente loro schiavo, 
Voi m'assistete, o gran Santa, liberandomi
in quelle angustie dalle insidie del comune 
nemico, acciò possa passare felicemente
in porto all'eterna salute. Amen.

 

Precedente Home Su Successiva

 

 

Privacy Policy

PARTECIPA anche tu alla cordata di preghiera: UNITI per le FAMIGLIE e i GIOVANI

 

 

"le forze deboli quando sono unite diventano forti" (don Bosco)

abbiamo bisogno anche di te

www.preghiereperlafamiglia.it/UNITI.htm

 

 

  

  

 

CAPPELLINA 

    Entra per accendere una candela

e per conoscere le preghiere e le devozioni del giorno