HOME Mobile Chi siamo Dove siamo Obiettivo Famiglia SOMMARIO

 

        Cappellina il Chiostro Rosario on line Bacheca Cerca nel sito

 

 

Famiglia Unita Famiglia in difficoltà Famiglia Divisa Preghiere per i figli Circostanze varie Nel dolore Nella malattia Devozioni-Catechismo Santi e Feste UNITI nella preghiera Intenzioni di preghiera con DON BOSCO

.

 

 

Precedente Su Successiva

 

 

11 MAGGIO

 

BEATO ZEFFIRINO NAMUNCURA

 

Zeffirino Namuncurá Burgos (nome originale Ceferino) nasce il 26 agosto 1886 a Chimpay, sulle rive del Rio Negro, in Patagonia (Argentina). Viene battezzato il 24 dicembre 1888 dal missionario salesiano D. Domenico Milanesio. Fanciullo di indole buona, sottomesso ai genitori, Zeffirino trascorre la fanciullezza in serena vita agreste. A undici anni il padre Manuel invia Zeffirino a studiare a Buenos Aires, nel collegio salesiano Pio IX. 
Il clima di famiglia che si respira nel collegio salesiano lo fa innamorare di Don Bosco. Cresce in lui la dimensione spirituale e incomincia a desiderare di diventare salesiano sacerdote per evangelizzare la sua gente. Sceglie Domenico Savio come modello. Fu esemplare l'impegno nella pietà, nella carità, nei doveri quotidiani, nell'esercizio ascetico. 
Nel 1903 (ha sedici anni e mezzo) Mons. Cagliero lo accetta nel gruppo degli aspiranti a Viedma, capoluogo del Vicariato apostolico, iniziando così il cammino verso il sacerdozio. 
A causa della sua scarsa salute, il Vescovo salesiano decide di condurlo in Italia per fargli proseguire gli studi in modo più serio e in un clima che sembra più adatto. In Italia incontra don Michele Rua e il Papa Pio X, che lo benedice con commozione. Frequenta la scuola a Torino e in seguito nel collegio salesiano di Villa Sora, a Frascati. Un male non diagnosticato a tempo, forse perché non si lamentava mai, lo minava: la tubercolosi. Il 28 marzo 1905 è trasportato all'ospedale Fatebenefratelli dell'Isola Tiberina a Roma.  Vi muore serenamente l'11 maggio. Dal 1924 i suoi resti mortali riposano nella sua patria, a Fortín Mercedes, dove folle di pellegrini accorrono a venerarlo. È beatificato l’11 novembre 2007 a Chimpay, suo paese natale, sotto il pontificato di Benedetto XVI. 

 

 

PREGHIERA AL BEATO ZEFFIRINO NAMUNCURA

Signore Gesù, ti ringraziamo per per aver chiamato alla vita e alla fede Zeffirino, figlio dei popoli originari del Sud America. 
Nutrendosi con il Pane della Vita, è stato in grado di rispondere con tutto il cuore, vivendo sempre come discepolo e missionario del Regno. 
Voleva essere utile al suo popolo abbracciando il tuo Vangelo e prendendo la sua croce ogni giorno per seguirTi nel le vicende umili della vita quotidiana. 

 

Per la sua intercessione ti preghiamo di ricordarti di chi ancora è in pellegrinaggio in questo mondo 

(pregare in silenzio le intenzioni che ciascuno porta nel cuore) 

 

Fa che anche noi possiamo imparare da lui: il suo amore per la famiglia e per la sua terra, la sua generosità e la sua allegria con tutti i fratelli, il suo spirito di riconciliazione e di comunione, affinchè un giorno possiamo festeggiare con lui e con tutti i santi nella Pasqua eterna in cielo. Amen

 

PREGHIERA A ZEFFIRINO NAMUNCURA

 

O Gesù, 
nella arida Patagonia

è emerso questa giglio della purezza, 
Zeffirino Namuncurà: 
alimentandolo con la santa Eucaristia, 
hai acceso nel suo cuore 
lampi di santità e di apostolato,
degnati di glorificarlo in terra 
e per la sua intercessione
ti chiedo la grazia ... 

Padre Nostro, Ave Maria e Gloria 

 

 

COLLETTA

 

O Dio, che nel beato Zeffirino 
hai dato ai giovani un modello modello di santità, 
concedi anche a noi, per sua intercessione,
di collaborare all’avvento del tuo regno
adempiendo con pazienza e amore
gli impegni di ogni giorno.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

 

 

INVOCAZIONI

Rivolgiamo la nostra preghiera a Dio Padre, che nel suo amore misericordioso ha scelto i piccoli e i poveri per rivelare i misteri del suo Regno e diciamo: Ascolta, o Padre, la nostra supplica.

 

Tu hai affidato alla Chiesa la missione di portare la luce del Vangelo a tutti gli uomini della terra: 
– fa’ che sia sempre più missionaria, manifestando con forza che Tu ascolti il grido dei tuoi figli, specialmente di quelli che soffrono a causa delle ingiustizie.

 

Mediante il tuo Spirito, hai messo in cuore a Zeffirino un proposito: “Voglio studiare per essere utile al mio popolo”:
– fa’ che mettiamo a disposizione degli altri i nostri talenti, amando la famiglia, i giovani e la nostra gente, diventando, come Zeffirino, modelli di fede anche nelle difficoltà e nelle croci

 

Il Beato Zeffirino ha tanto amato la sua famiglia e il suo popolo:
– ti preghiamo per tutte le famiglie, perché diventino vere scuole di comunione, sapendo vivere nella verità e nel perdono reciproco

 

Tu hai dato un cuore grande al giovane Zeffirino, che voleva amare tutti, come ha fatto Gesù;
– aiutaci ad essere oggi discepoli del Figlio tuo, evangelizzatori dei giovani, lavorando in comunione fraterna e donando a tutti la sua Parola salvatrice. 

 

Nella Famiglia Salesiana hai suscitato, mediante il tuo Spirito, il dono meraviglioso della santità giovanile:
– fa che tanti giovani incontrino Gesù che li chiama a seguirlo con una vita gioiosa e casta a servizio dei fratelli 

 

Padre nostro.

Precedente Home Su Successiva

 

 

Privacy Policy

PARTECIPA anche tu alla cordata di preghiera: UNITI per le FAMIGLIE e i GIOVANI

 

 

"le forze deboli quando sono unite diventano forti" (don Bosco)

abbiamo bisogno anche di te

www.preghiereperlafamiglia.it/UNITI.htm

 

 

  

  

 

CAPPELLINA 

    Entra per accendere una candela

e per conoscere le preghiere e le devozioni del giorno