.

.

Cappellina Home  

 

MEDITAZIONE DEL GIORNO                                                                                                           

9° Aprile

LA CONFESSIONE PASQUALE


1. Come praticarla. II Capodanno e la Pasqua devono essere due momenti di massima importanza per un Cristiano; le anime zelanti vi si dispongono particolarmente. Esaminiamoci sullo stato dell'anima, sui peccati dell'anno, se diminuiti o cresciuti; se sono sempre gli stessi ancora, o se qualche nuovo s'aggiunge; se dall'ultima Pasqua vi fu progresso o regresso; esame serio, profondo, minuto. Hai l'abitudine di fare così?


2. Proponimenti pasquali. La prima cosa dunque è esaminare i peccati commessi, constatare il grado di virtù guadagnato o perduto, fare la Confessione annuale. Vista la nostra incostanza sulle risoluzioni passate, affidandoci alla bontà di Dio che tuttora ci aspetta, proponiamo più fermamente di lasciare quel tale peccato, di vincere la tale passione, di esercitare la tale virtù, di fare in modo di essere contenti nella futura Pasqua, Impegnati con tutte le energie del tuo spirito e ne ricaverai gran profitto.


3. Vita nuova. Il demonio permette, anzi, per illuderci, suggerisce i più caldi proponimenti, purché non riescano a nulla. Vigiliamo contro quest'astuzia del maligno. Vita nuova, subito, senza differire a domani. Vita nuova nelle preghiere, nel servizio di Dio, nel fervore. Vita nuova nel lasciare il peccato, le vecchie brutte abitudini. Vita nuova di pazienza, d'umiltà, di carità, in modo che Gesù, il prossimo, tutti, possano dire: Che cambiamento! Surrexit. risorse, non pare più lui!


PRATICA- Disponiti per una tale Confessione; tre Angele Dei all'Angelo Custode, perché ti aiuti.

 

 

Tratto da: Brevi meditazioni per tutti i giorni dell'anno e sopra le solennità della Chiesa proposte alle anime pie (Agostino Berteu)

 

 

il Chiostro: indice meditazioni