HOME Mobile Chi siamo Dove siamo Obiettivo Famiglia SOMMARIO

 

        Cappellina il Chiostro Rosario on line Bacheca Cerca nel sito

 

 

Famiglia Unita Famiglia in difficoltà Famiglia Divisa Preghiere per i figli Circostanze varie Nel dolore Nella malattia Devozioni-Catechismo Santi e Feste UNITI nella preghiera Intenzioni di preghiera con DON BOSCO

 

 

Precedente Su Successiva

 

 

01 DICEMBRE (02 DICEMBRE)

 

BEATA LIDUINA MENEGUZZI

(ANGELA ELISA)

 

Giarre, Abano Terme, 2 settembre 1901 - Dire-Dawa, Etiopia, 2 dicembre 1941

Nasce in località Giarrre di Abano Terme, provincia di Padova, il 12 settembre 1901 e la battezzano con i nomi di Elisa Angela. Dimostra fin da giovane attenzione agli altri e capacità di dono. Attratta da un ideale di consacrazione totale a Dio sceglie la religiosità delle suore di San Francesco di Sales, che a Padova hanno la sede generalizia. Vi entra a 25 anni e una volta professata la sua fede assume il nome di suor Liduina. Nel 1937 viene inviata in Etiopia tra gli ammalati e i feriti di guerra dell’Ospedale di Dire-Dawa, come infermiera. Qui morirà a 40 anni nel 1941 per un tumore, il 2 dicembre e cristiani e musulmani la piangono come una mamma. Beatificata nel 2002, Suor Liduina Meneguzzi ripete a tutti, anche oggi, che l’ecumenismo, quello autentico, si costruisce solo e sempre sulla solida base dell’amore. Il Martyrologium Romanum pone la sua festa al 1° dicembre, mentre la Diocesi di Padova la ricorda il 2 dicembre.

PREGHIERA ALLA BEATA LIDUINA MENEGUZZI

Santissima Trinità Ti rendiamo grazie per aver inondato della tua luce di bontà e di amore l'umile serva LIDUINA MENEGUZZI che si è fatta tutta a tutti nella carità. Ti chiediamo di glorificarla concedendoci per sua intercessione la grazia che con fiducia imploriamo. 

 

 3 Gloria al Padre... 

 

Per informazioni o per grazie ricevute rivolgersi all'Istituto Suore S.Francesco di Sales C.so Vittorio Emanuele II, 172 - 35123 PADOVA Tel. 049 8801355 - 8801433 fax 049 881426 leonati@salesie.it 

 

Con approvazione ecclesiastica 

  

AFFIDAMENTO DEI MEDICI ED INFERMIERI

ALLA BEATA LIDUINA MENEGUZZI

 

O Dio, Padre nostro, che hai fatto splendere nella beata Liduina l'amore di Cristo verso i poveri e i malati, concedi a noi, che ora ci affidiamo a lei, di amare i fratelli bisognosi che tu metterai sul nostro cammino con il suo stesso cuore: umile, dolce, paziente e misericordioso. Sul suo esempio, fa che usiamo le nostre mani, materne, attente e premurose per dare un volto al Tuo amore. Ora, attraverso la sua intercessione, ti affidiamo i malati che Tu metti nelle nostre mani, sicuri che dove non arrivano la nostra povertà e impotenza, arriverà la forza del Tuo Spirito d'amore. Amen.

 

IL SUO PROGRAMMA DI VITA

Fiat

 

• Faccio proponimento di non mostrare nessun turbamento se mi vengono ad interrompere mentre lavoro. 

 

• Di rispondere sempre amabilmente a tutti. 

 

• D'attendere con pazienza la fine di una conversazione noiosa, riprendendo con calma l'occupazione o preghiera ch'erano state interrotte. 

 

• D'accogliere compiacente una richiesta importuna, una visita stancante, facendo con buona grazia il piacere richiesto. 

 

• Per ringraziare sinceramente per qualunque gioia trascuratami. 

 

• E Fiat ancora quando vedo travisate le mie parole, misconosciute le mie intenzioni. 

 

• Per ogni sorriso beffardo, per ogni accoglienza glaciale, per ogni fredda repulsa, per tutte le frasi aspre od ingiuste, per l'altrui indelicata condotta, per quell'aria annoiata che si legge sul volto di chi mi sta d'intorno, per le compagnie spiacevoli, per tutto, Signore, Fiat! 

 

• Se qualche persona non mi serve a dovere e di mala voglia, ringraziarla in espiazione d'aver così male servito il Signore! 

 

• Se una dimenticanza mi fa stizzire, accettarla con amore pensando quanto io stessa ho dimenticato il Signore. 

 

• Se cercherò d'essere umile con gli altri e fare un piacere... Dio cercherà di farmi felice. 

 

• Se una tal cosa mi fa aspettare, avere pazienza: il Signore ha aspettato tanto per me. 

 

• Se potrò dare un buon consiglio, Dio mi ricompenserà con buon pensiero. 

 

• Se saprò scusare i difetti del prossimo... Dio scuserà i miei. 

 

• Se nasconderò un dispiacere, Egli dimenticherà i miei falli. 

 

• Se riuscirò a sorridere per qualunque cosa mi rincresca... Dio mi sorriderà. 

 

• Se tollererò un'offesa... Dio perdonerà quelle che ho fatto a Lui! 

 

• Se sopporterò una repulsa, Egli sarà clemente con me. 

 

• La sera voglio potervi dire: O mio Dio, trattatemi come io ho trattato oggi il mio prossimo. 

Precedente Home Su Successiva

 

 

Privacy Policy

PARTECIPA anche tu alla cordata di preghiera: UNITI per le FAMIGLIE e i GIOVANI

 

 

"le forze deboli quando sono unite diventano forti" (don Bosco)

abbiamo bisogno anche di te

www.preghiereperlafamiglia.it/UNITI.htm

 

 

  

  

 

CAPPELLINA

    Entra per accendere una candela

e per conoscere le preghiere e le devozioni del giorno