UN ANNO CON IL SACRO CUORE

 

13° Ottobre

 

ZELO DI SANTA MARGHERITA MARIA PER DIFFONDERE LA DEVOZIONE AL SACRO CUORE 

 

Molto si domanderà da tutti quelli ai quali molto è stato dato, e più chiederanno da colui al quale è stato affidato il molto. Sono venuto a portare il fuoco sopra la terra e che voglio io se non che s'accenda? (S. Luca, II, 48). 

 

1° Preludio. Santa Margherita Maria, tutta compresa dell'importanza e del prezzo della devozione al Sacro Cuore, s'è data interamente a questa propaganda. 

 

2° Preludio. Signore, accendetemi nel cuore il fuoco che consumava quello di santa Margherita Maria. 

 

1° PUNTO: Incoraggiamenti al Beato de la Colombière suo primo ausiliare. — Superiore per qualche anno della casa dei Gesuiti di Paray, il Beato de la Colombière condivise l'eredità. del Sacro Cuore con S. Margherita Maria. Le venne dato come direttore da nostro Signore stesso, e i discorsi pii che facevano insieme ne infiammavano il cuore d'un ardore straordinario. Egli constatò il carattere divino delle rivelazioni fatte alla vergine visitandina, e si consacrò interamente alla propaganda del Sacro Cuore. Diceva: «Mi sono fatto una legge di procurare con tutti i mezzi possibili l'esecuzione di tutto ciò che mi fu prescritto da parte dell'adorabile Maestro, procurandone il compimento dei desideri toccanti la devozione che egli ha suggerito a una persona, alla quale si comunica molto intimamente» S. Margherita Maria gli scriveva: «Non posso raccontare tutto ciò che io so di questa ammirabile devozione, e scoprire a tutta la terra i tesori di grazie che Gesù Cristo rinchiude in questo Cuore adorabile, e che egli pensa di spandere a profusione sopra tutti quelli che la praticheranno. Io vi scongiuro, non dimenticate niente per ispirarla a tutto il mondo». 

 

2° PUNTO: Al Padre Croiset, circa la propaganda dei suoi libri. — «La vostra lettera, con i libri inviati, mi ha fatto sentire un così grande trasporto di gioia, che non ho potuto contenere le lacrime... Quante grazie ha prodigato nostro Signore a queste care anime con il farle gustare così prontamente una devozione tanto atta alla perfezione! (Si trattava di anime che si erano consacrate alla diffusione dei libri.) Io le considero come tante anime che nostro Signore s'è scelto e predestinato al suo amore eterno; ma soprattutto questo buon libraio che vi si è messo con tanta buona volontà, e che con questa spesa s'è acquistato un posto in questo Cuore adorabile che sarà per lui asilo sicuro per l'ora della morte» La cara discepola del Sacro Cuore propagava anche il Libro del ritiro del Beato de la Colombière e diverse immagini e consacrazioni. Circa il Libro del ritiro, scriveva ad una suora: Leggete soprattutto ciò che tratta dell'amabile Cuore di Gesù Cristo, il quale solo deve formare la vostra occupazione, meditazione, conversazione, il vostro libro, tutta la vostra direzione, quello che deve riempire la memoria, rischiarare l'intelletto, infiammare la volontà, affinché non vi ricordiate più che di lui. «Il Signore vi ricompenserà della devozione che avete per il Sacro Cuore, al quale io vi invito a consacrarvi e sacrificarvi interamente dopo la santa comunione che voi farete con quest'intenzione. Io vi invio a questo scopo una piccola consacrazione che porterete sul cuore con un'immagine. Ricorrete ad essa in ogni occasione». E noi che facciamo per propagare i libri, le immagini e le preghiere adatte a far conoscere ed amare il Sacro Cuore? 

 

3° PUNTO : Alla propria famiglia. — Santa Margherita Maria stimolava tutti i parenti alla bella devozione del Sacro Cuore. Al fratello sacerdote che aveva appena organizzato nella parrocchia il culto perpetuo del Cuor di Gesù scriveva: «Non potevi darmi una gioia più grande. Che consolazione è per me il vederti così generoso verso quest'amabile Cuore! Mi sembra di veder in questo fatto una prova che egli ti vuol santificare». Propaghiamo dunque le associazioni parrocchiali e tutte le altre forme della devozione al Sacro Cuore. Al fratello secolare che erigeva in casa propria una cappella al Sacro Cuore, scriveva: «Tu mi dai la consolazione più grande che io possa ricevere su questa terra. Quanto sarai felice, caro fratello, se Dio ti farà la grazia di riuscire nell'impresa!» Che promesse incoraggianti sia per i secolari, sia per i sacerdoti! Tutto quanto è stato fatto per Montmartre da tante famiglie cristiane, è dunque un pegno d'infinite benedizioni. Diamoci al Culto del Sacro Cuore sotto tutte le forme: culto privato e pubblico, pubblicazioni, associazioni ecc. E finora che abbiamo fatto? Che cosa proponiamo di fare? Tutto sarà caro a nostro Signore, ma soprattutto la consacrazione intima, l'oblazione di noi stessi con le conseguenze, che sono l'unione abituale a Gesù e l'offerta delle azioni al Sacro Cuore in spirito d'amore e di riparazione. 

 

Risoluzioni. — Rinnovo, Signore, la mia consacrazione al Sacro Cuore. Io farò oggi qualche atto di propaganda di questa devozione che vi è tanto cara. I mezzi sono numerosi: conversazioni, corrispondenze ecc. Pregherò per la diffusione di questa bella devozione. 

 

FIORETTO: — Fa tre atti di fervente amore: Gesù, Dio mio, ti alito sopra ogni cosa.

 

Oggi hai fatto il fioretto? scrivi il tuo nome e offri una rosa a Gesù e Maria CLICCA QUI

 

 

CAPPELLINA

 

 

 

 Sito versione Desktop